Psicologia e finanza

“Il denaro non è la cosa più importante nella vita, ma influisce su tutto ciò che è importante”

Molti pensano che se avessero tanti soldi i loro problemi finanziari terminerebbero: in realtà, avere un sacco di denaro, se non si è dotati di un quoziente intellettivo a livello finanziario, causa semplicemente più problemi economici: tutti noi abbiamo sentito parlare di fortunati vincitori alla lotteria che hanno vinto milioni e che nel giro di pochi anni si sono pesantemente indebitati e hanno perso tutto.

Oppure di giovani talenti sportivi ricchissimi finché restavano attivi, per poi ritrovarsi senza un soldo appena usciti dal giro.

I problemi economici non sono un male in sé, e possono persino renderci più intelligenti. L’intelligenza finanziaria è quella parte della nostra intelligenza globale che utilizziamo per risolvere questo tipo di problemi, così come l’intelligenza matematica risolve problemi matematici, o quella linguistica ci rende abili a scrivere e ad usare il linguaggio.

Per questo il quoziente intellettivo finanziario non è necessariamente collegato a quello mentale: si può essere un genio sul piano della intelligenza accademica, ma l’equivalente di un analfabeta sul piano della intelligenza finanziaria.

Lo dimostrano casi molto frequenti di brillanti studenti, con ottimi risultati in aula, ma non altrettanto negli affari, o viceversa di pessimi studenti poi diventati milionari nella vita. Per esempio, una persona che guadagna 60.000 euro all’anno e li spende tutti dimostra un quoziente intellettivo finanziario minore di chi ne guadagna 35.000 ma è in grado di vivere bene con 25.000 e ne investe 10.000.

Questo può accadere solo se, consapevolmente o con l’aiuto di un consulente, impariamo ad impostare un budget di spesa per il nostro denaro, ragionando, proprio come una azienda, in termini di disavanzo o eccedenza. Purtroppo a scuola non riceviamo una adeguata istruzione finanziaria: i nostri sistemi scolastici sono solo orientati allo sviluppo di due tipi di intelligenza, quella matematica o quella logico-linguistica.

Quindi migliorare le proprie informazioni finanziarie è di fondamentale importanza, oggi più che mai.

Naturalmente non bisogna diventare dei super-esperti: così come quando dobbiamo costruirci una casa ci rivolgiamo per i calcoli e il disegno all’ingegnere e all’architetto, dobbiamo ricordare che le decisioni economiche dipendono dalle giuste informazioni, che devono arrivarci da un professionista preparato ed abituato a separare i fatti dalle opinioni, con il giusto mix di oggettività e freddezza. Questo perché l’intelligenza finanziaria è anche intelligenza emotiva.

Warren Buffet, l’investitore più ricco del mondo, dice: “Se non riesci a controllare le tue emozioni non riesci a controllare il tuo denaro”

Luglio 2016 – tratto da “Cesena In Magazine


Giuseppe Gentili - Personal Advisor

Dott. Giuseppe Gentili

Giuseppe Gentili è un Personal Advisor. Ha ottenuto la certificazione EFPA nel 2012 e dal 1999 è iscritto all'Albo Unico dei Consulenti Finanziari

Hai piacere di ricevere una consulenza?

Scrivimi

Ti ricontatterò presto per concordare data e luogo dell'appuntamento

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo non valido
Invalid Input
Giuseppe Gentili

Consulenza finanziaria

Affidati ad un Professionista per la pianificazione finanziaria e la protezione del tuo patrimonio

Contattami

I più letti